ZERBINO IN COCCO: ORIGINE E VANTAGGI

ZERBINO IN COCCO: ORIGINE E VANTAGGI

Lo zerbino in cocco prende il nome dell’omonimo frutto tropicale grazie al quale viene realizzato: la noce di cocco. Le fibre vegetali che la avvolgono vengono asportate, separate e lavorate fino ad ottenere un vero e proprio filato.

La terra delle noci di cocco per eccellenza è l’India e in particolare la regione del Kerala.
Non a caso il suo nome deriva dalle parole Kera (l’albero della noce di cocco) e Alam (terra), perché circa il 40% della superficie del Paese è coltivata a noci di cocco destinate al commercio, in particolare di tappeti, stuoie e zerbini. La palma di cocco è un albero che fruttifica in ogni momento dell’anno e vive almeno per 80 anni!

Il primo vantaggio del filato di uno zerbino in cocco è che è realizzato con materie prime naturali e quindi eco-sostenibili. Le sue setole, una volta lavorate, permettono un’ottima pulizia delle suole delle scarpe. 

Il secondo vantaggio di uno zerbino in cocco è che la sua fibra è straordinariamente resistente allo sfregamento, all’umidità e all’usura.

Non teme l’acqua (persino quella di mare) ed il sole, è imputriscibile (non marcisce e risulta anti-muffa) ed è dotata anche di una buona resistenza al fuoco.

Per queste sue straordinarie caratteristiche, è considerata una delle fibre naturali più affidabili e quasi indistruttibili.